Convegni e Seminari

Coronavirus e psichiatria, l’intervento del professor Piccinni al convegno virtuale “L’epidemia al tempo dell’intelligenza artificiale”

Pubblicato il
Intelligenza artificiale

L’intervento del professor Armando Piccinni, psichiatra e presidente della Fondazione BRF – Istituto per la Ricerca in Psichiatra e Neuroscienze, al convegno virtuale “L’epidemia al tempo dell’intelligenza artificiale” (23 aprile). Un panel di altissimo spessore scientifico e culturale suddiviso in 5 sessioni che ha discusso sull’odierna contingenza epidemica in un confronto interdisciplinare a tutto campo. L’evento è stato organizzato dal Gruppo di Neurobioetica e dal BrainCircleItalia. La digital revolution, può rappresentare una nuova forma di convivenza tra gli uomini che, nel rendersi utile per combattere i nuovi nemici rappresentati dalle epidemie, riconsideri gli attuali concetti di privacy e libertà. Emerge, allora, la necessità di un patto tra cittadini e istituzioni per ripensare le modalità di applicazione di quella che Hobbes definirebbe una nuova “legge di natura”. Ma quanto, dei nostri spazi identitari, siamo disposti a rinunciare per combattere queste minacce invisibili?

All’evento hanno partecipato: Viviana Kasam, Presidente BrainCircleItalia; Padre Alberto Carrara, Direttore del Gruppo di Neurobioetica; Gian Carlo Blangiardo, Presidente dell’ISTAT; Luca Maria Gambardella, Università di Lugano, Istituto Dalle Molle di studi sull’Intelligenza Artificiale USI-SUPSI; Matilde Leonardi, neurologo, pediatra, Direttore UOC – Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Milano; Nicolino Ambrosino, pneumologo – Istituti Clinici Scientifici Maugeri; Stefano Mazzoleni, docente di Informatica e Big Data Analytics – Politecnico di Bari; Amedeo Santosuosso, direttore scientifico, European Centre for Law, Science and New Technologies (ECLT), Università di Pavia; Avv. Tania Cerasella, avvocato, membro del GdN; Avv. Emanuela Cerasella, Avvocato, Coordinatrice del Sottogruppo di Neurodiritto del GdN; Damiano Sabatino, CEO Travelport; Guido Traversa, filosofo, Università Europea di Roma – Coordinatore Master inConsulenza Filosofica ed Antropologia esistenziale; Donatella Marazziti, medico psichiatra, Università di Pisa, Docente all’Università Unicamillus di Roma, Responsabile delle ricerche BRF Brain Research Fondazione Onlus; Armando Piccinni, neurologo e psichiatra, Docente all’Università Unicamillus di Roma, Presidente BRF Brain Research Fondazione Onlus.

Nel corso del suo intervento il professor Piccinni ha illustrato gli effetti sul cervello dell’emergenza Covid-19 e del periodo di isolamento che tanti italiani hanno dovuto affrontare. Passate emergenze epidemiche o catastrofi naturali hanno portato a un poderoso incremento dei casi di depressione, ansia o disturbo da stress post-traumatico. È dunque agevole supporre che a maggior ragione ciò si verificherà anche dopo l’emergenza Covid-19, considerando anche la crisi economica che dovremo affrontare. Proprio per questa ragione la Fondazione BRF ha elaborato un progetto, che ha già ottenuto il plauso sia dal ministero della Salute che da varie amministrazioni regionali, per l’istituzione di una Task-force di supporto psichiatrico, psicologico e sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *