Attività di Ricerca

La mente dei kamikaze

terroristi

Dopo aver esaminato la letteratura disponibile sulle principali ipotesi sul terrorismo suicida e le caratteristiche psicologiche dei terroristi che sono state proposte nel corso degli anni, gli autori attuali hanno avanzato alcune considerazioni personali su quali potrebbero essere i tratti distintivi degli attentatori suicidi di oggi.

Nonostante l’eterogeneità e la scarsità di dati “reali”, è evidente che non esistono particolari fattori familiari, educativi o socioeconomici che possano giustificare la radicalizzazione religiosa che porta al terrorismo suicida. Al contrario, possono essere evidenziate alcune caratteristiche psicologiche comuni: isolamento, sentimenti di vuoto, razionalità fredda, mancanza di empatia e brama di martirio e morte. Morire per uccidere: questa è la caratteristica principale, una sorta di organizzatore che può distorcere i processi cognitivi ed emotivi più elevati, dando luogo a comportamenti suicidi e omicidi supremi e altamente gratificanti.

Continua a leggere su PubMed: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28903789

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *